Cripta della Madonna della Grotta
La cripta della Madonna della Grotta risale al XIII secolo. Scavata interamente nel banco di roccia calcarenitica (tufo), presenta una pianta a tre navate absidate con absidi laterali quadrangolari e abside centrale semicircolare, con aggiunta di due avancorpi lungo gli ingressi e di un campanile a vela. L`interno della grotta, in passato interamente ricoperto da dipinti, conserva ancora parte della decorazione pittorica databile a epoche diverse e più volte ripresa come la figura della Madonna delle Grazie, rifatta nel XIX secolo. Sulla parete destra, nel luogo dove era addossato l`altare di santa Chiara, si trova l`immagine più enigmatica dell`intera decorazione pittorica della cripta: l`Eterno Padre, tra due angeli svolazzanti, che protegge due figure femminili (entrambe raffigurerebbero la Vergine Maria) che reggono un drappo con tre cerchi raffiguranti la Flagellazione, la Crocifissione e la Resurrezione di Cristo. È l`affresco più antico della cripta ed è databile tra la fine del XIV e l`inizio del XV secolo[7].
Pour toute information relative à ce choix, nous attendons avec impatience avec toute votre demande de réservation ou tout autre type de besoin en contactant l`une des façons suivantes:
cell.: +39 392.9515724
email: servizi[@]bellavitavillas.com
skype: perledipuglia_servizi
Partager: