Inno alla "municeddha" nel regno dei "cuzzari" | Tradizioni Salentine

Inno alla "municeddha" nel regno dei "cuzzari"

La "municeddha" è un gustoso e carissimo mollusco, un particolare tipo di lumaca che i salentini amano mangiare soffritta, aromatizzata con l'alloro, al sugo e soprattutto alla brace. A Cannole, piccolo centro a pochi chilometri da Otranto, ogni anno per quattro giorni (nella settimana precedente il 15 agosto) si svolge la "Festa della municeddha". E non è un caso che si celebra proprio qui la "municeddha", perchè gli abitanti di questo centro "godono" del curioso appellativo di "cuzzari" ovvero, raccoglitori di lumache.

All'organizzazione della festa dal sapore molto particolare, che si fregia di essere la più importante sagra delle chiocciole nell'Italia meridionale, partecipano circa 250 persone con un risultato davvero apprezzabile. Grazie all'impegno della Pro Loco di Cerceto, lunghissime tavolate con comode panche vengono allestite su tutta l'ampia area dove si svolge la sagra; in ognuna delle quattro sere diversi complessi musicali si esibiscono all'interno di tre distinti spazi mentre nel pomeriggio è possibile prendere parte alle visite guidate presso la splendida e vicina masseria Torcito, recentemente ristrutturata.

 

Fonte: Salento istruzioni per l'uso.