I sapori di "mister porcu" e il marchio doc | Tradizioni Salentine

I sapori di "mister porcu" e il marchio doc

Effluvi du carne arrosto, rigorosamente di maiale, si sprigionano a fine ottobre, a Ortelle per la Sagra del maiale e a Muro Leccese per la Sagra "de lu porcu meu". Entrambele sagre nascono dalla tradizione salentina delle fiere autunnali, occasione per scambiare e vendere merce e fare provviste per il lungo inverno. Mercanti e contadini arrivavano il giorno prima e usavano accamparsi per la notte, nacque così l'usanza di cuocere in piazza un maiale per rifocillarsi e mantenersi caldi.

Da allora il maialino ne ha fatta di strada, perchè proprio nel 2005 a Ortelle si è stabilita la tracciabilità del "Maiale Salentino Or.Vi." allevato secondo gli antichi metodi e garantendo così la trasparenza del processo produttivo ma anche la preservazione storico-culturale della manifestazione. Nel corso della festa la carne suina (esclusivamente quella dei maiali allevati in zona, è bandita carne di altra provenienza) viene preparata in modi diversi, lessa, arrosto e al sugo. Sempre ad Ortelle, sulla scia di questa originale esperienza, nella prima settimana di agosto 2006 si è inaugurato il primo appuntamento gastronomico con gli insaccati del maialino, naturalmente, Or.Vi.

 

Fonte: Salento istruzioni per l'uso.