Donne & Note | Notizie

Donne & Note

Al via il "Messapia Jazz Festival": ‘Donne & Note’

Lecce (Salento) - Le Donne e l’Amore, le Donne e la Vita, le Donne e gli Uomini e, infine, le Donne e la Seduzione. E’ declinata interamente al femminile la IX Edizione del “Messapia Jazz Festival”, intitolata non a caso “Donne e Note”. Otto donne per 4 serate e altrettanti progetti inediti, presentati in esclusiva per le due città del Festival 2010: Poggiardo e Galatina.

(Francesco Pascarito, direttore artistico del “Messapia Jazz Festival”) - Il 3 agosto Poggiardo ha ospitato la giovane musicista veneta Patrizia Cavinato. A lei il ruolo di protagonista unica della terza edizione dei “Me.Ju.”, ovvero i “Messapia Juniors”, il nuovo progetto nato per dare spazio ai giovani professionisti che vogliono farsi conoscere dal grande pubblico.

Cantante, autrice e soprattutto pianista, Patrizia Cavinato ha presentato “Note di Donna”, con un repertorio pop-jazz, che dai grandi classici della musica internazionale, arriva sino al nuovo cd “My Home”, ricco di sonorità potenti e testi poetici.

Il 5 agosto il “Messapia Jazz Festival” a Galatina ha proposto il musical “Ho sognato un blues”: ispirato ad una storia d’amore realmente accaduta nel Salento, negli anni Cinquanta. Protagoniste due donne innamorate dello stesso uomo e sullo sfondo i vizi e le virtù del piccolo centro di provincia.

Interpreti del musical sono i musicisti, i cantanti e i ballerini della “Jazzamore Band” : Alessandro Contini (Tony), Elisabetta Antonini (Josy), Fabiana Conti (Sofia), accompagnati dal maestro Primiano Di Biase (pianoforte e fisarmonica), Davide Pentassuglia (batteria), Luca Nostro (chitarra) e Ermanno Dodaro (contrabbasso).

Le coreografie sono curate da Lory Persichetti (già protagonista di “Tosca” e “Notre Dame”, il musical di Riccardo Cocciante), che le interpreta insieme con Roberta Zegretti e Marco Chiodi, entrambi impegnati in performances coreografiche di pregio (dal musical di Michele Guardì “I promessi sposi” ad altre produzioni prestigiose).

“Ho fortemente voluto a Galatina questo spettacolo – racconta il neo sindaco Giancarlo Coluccia – dopo aver ascoltato il disco tratto dal musical, intitolato “Jazzamore”, che contiene 12 dei 21 brani di “Ho sognato un blues”. Galatina aveva già ospitato una tappa del “Messapia Jazz Festival” 5 anni addietro. Il prestigio del Festival e la trasversalità della proposta musicale che lo caratterizza mi hanno spinto a offrire al pubblico due serate, entrambe di grande appeal e al contempo di facile ascolto”.

Il Festival, prodotto dalla creative factory “Territori Creattivi”, nasce nel 2002 con l’obiettivo di promuovere l’unicità del territorio messapico mediante una proposta musicale accessibile a tutti ma di grande qualità.

L’originalità del progetto ha fortemente contribuito a far conoscere e amare il jazz, musica popolare per definizione. Una formula vincente che negli ultimi anni hanno cercato di imitarla in molti nel Salento.

Sul palco di “Donne e Note” il 6 agosto è la volta di Poggiardo. Nell’incantevole scenario di Piazza Giovanni Paolo II, nel cuore del centro storico medievale, ascoltiamo 4 eccezionali artiste italiane, che propongono “La Musica è Donna”.

Troviamo, infatti, la cantante Elisabetta Antonini (qui anche nella veste di arrangiatrice), accompagnata al pianoforte da Silvia Manco (già ospite del Festival 3 anni or sono), Federica Michisanti al contrabbasso e Danielle Di Majo al sax.

Lo spettacolo del quartetto reinterpreta in chiave swing i brani più amati e conosciuti del repertorio d’autore italiano. In particolare, riascolteremo le canzoni degli anni ’50 e ’60 e un emozionante omaggio ad un Grande Amico del “Messapia Jazz Festival” e del direttore artistico: Nicola Arigliano.

“Ricordo l’incredibile successo registrato dal concerto di Arigliano nella nostra Città, 6 anni fa – rievoca Silvio Astore, sindaco di Poggiardo – cantava e scherzava sul palco con la vitalità di un ragazzo. Poggiardo deve molto al “Messapia Jazz Festival”, che ha garantito una costante visibilità al nostro territorio”.

Il gran finale è il 7 agosto a Galatina, in Piazza San Pietro, dove la cantante Eleonora Bordonaro propone “Singolare Femminile”. Un omaggio alle voci femminili del sud del mondo e una rivisitazione dai ritmi travolgenti del folk.

La perfomer siciliana (accompagnata alla chitarra da Luca Nostro, al contrabasso da Davide Pentassuglia alla batteria e da Gabriele Pesaresi al contrabbasso), è la voce più autorevole e apprezzata dal maestro Ambrogio Sparagna, incomparabile musicista e grande animatore della festa della taranta di Melpignano.