La Casa Bianca beve Primitivo. I Trump pazzi per i vini pugliesi

Washington chiama Puglia, ancora una volta. In questo caso per un ingente ordine di vini, ben 720 casse di vini rossi pugliesi, oltre 4mila bottiglie di etichette varie, giunto ad un’azienda di Acquaviva delle Fonti, nel territorio della doc Gioia del Colle, Bari.

vino-primitivo-puglia.jpg

 

Si consolida l’amore della Casa Bianca per la Puglia. Dopo averla scelta come meta per le vacanze, con una parte della famiglia Trump in villeggiatura la scorsa estate tra trulli tipici e masserie extralusso, oggi è la Puglia a sbarcare nella residenza del Presidente degli Stati Uniti d’America. Washington, infatti, pare abbia ordinato alle Tenute Chiaromonte di Acquaviva delle Fonti, in provincia di Bari, ben 4.300 bottiglie. Circa 720 casse da sei bottiglie ciascuna. L`amore per il vino pugliese da parte del Tycoon pare sia nato durante una degustazione organizzata a Los Angeles. Un vero idillio a giudicare dal fatto che l’ordine d’acquisto è partito appena pochi giorni dopo, lasciando di stucco l’azienda pugliese. Tra le etichette disponibili, i Trump hanno scelto il Mascherone, un Primitivo Igt Puglia prodotto con uve della vendemmia 2016 di moderato grado alcolico, e il Muro Sant`Angelo Contrada Barbatto, Primitivo doc Gioia del Colle, un vino prestigioso, nominato lo scorso anno miglior rosso italiano dal Gambero Rosso, raccolto a mano in cassetta e affinato in acciaio per preservare una ricchezza di aromi che vanno dai frutti rossi al cacao al tabacco e che ne fanno un gioiello dell’enogastronomia pugliese.

Condividi: