logo *Perle di Puglia* Affitto Ville e Case di Lusso in Puglia
 
 

Vacanze in Puglia, ecco i borghi più belli

 

otranto_pdp_01.jpg

 

Autenticità, unicità, bellezza: sono queste le doti che valorizzano i borghi italiani , ricercate dal turismo di qualità. Da Bari in giù sono ben cinque quelli annoverati nel Club de I Borghi più belli d`Italia, tutti da scoprire durante le vacanze in Puglia. La regione più lunga e stretta a sud est d`Italia, tacco e sperone dello Stivale, offre suggestioni autentiche, ancor di più da quando ha scoperto le sue vere potenzialità, come accaduto con la valorizzazione di trulli e case tipiche o di masserie storiche trasformate in strutture di accoglienza, che oggi sono le soluzioni più apprezzate per sentirsi parte dei luoghi e dei borghi dal fascino unico, originario e magnetico.

Non solo mare e sole, per le vacanze in Puglia. Ecco i borghi più belli, da Bari in giù

Ecco dunque tutte le notizie utili per andare alla scoperta di Cisternino, Locorotondo, Otranto, Presicce e Specchia, i cinque borghi tra i più belli d`Italia, caratterizzati da un significativo patrimonio naturalistico, umano, culturale, artistico, che potrai visitare durante le tue prossime vacanze in Puglia, da Bari in giù.

CISTERNINO, il balcone sulla Valle d`Itria

cisternino_pdp_02.jpg

 

Case imbiancate a calce, vicoli stretti, corti graziose, scalette e archi in pietra, balconi fioriti: l`armonia dell`architettura spontanea di Cisternino è tra le caratteristiche più belle di questo borgo i cui sviluppi edilizi, nei secoli, hanno obbedito ai dettami del vicinato, della comunanza e dei rapporti umani. Diversi edifici di pregio storico, artistico e religioso si possono ammirare in città. Prodotti tipici del borgo sono i manufatti in legno o in pietra, le ceste e i rosari, mentre dal punto di vista gastronomico, si segnalano le numerose macellerie con osterie in cui gustare ottima carne di allevamenti locali che viene cotta sul momento. Rinomate le bombette, i “gnummarieddhi” (involtini di interiora), le friselle, il formaggio ricotta, l`olio extravergine, le orecchiette al sugo e quelle con le cime di rape. 

LOCOROTONDO, il centro delle viuzze che si rincorrono come un labirinto

locorotondo_1100px.jpg

 

Di Locorotondo dicono sia “il più bel balcone della Murgia dei Trulli”, col belvedere da cui si ammira il territorio circostante, una cornice deliziosa di vigneti, muretti a secco, trulli e case tipiche, ulivi argentati e antiche masserie. Il centro storico perfettamente circolare sembra sospeso su una nuvola bianca con i tetti a punta verso il cielo e trasmette sensazioni di ordine e armonia. Il prodotto più importante di Locorotondo è il famoso vino bianco di elevata qualità. Tra i piatti tipici che meritano di essere assaggiati vi sono: le “gnumeredde suffuchete”, involtini di trippa di agnello e budella cotti in terracotta, il purè di fave bianche servito con cicorie, i “tridd”, pasta fatta a mano con farina di semola, uova, pecorino e prezzemolo cotta in brodo di tacchino, le focacce e le orecchiette.

OTRANTO, la città dei Martiri che segna l`incontro tra i due mari

otranto_pdp_08.jpg

 

Una stella collassata dove c`è tutto l`universo, dove c`è la vita quotidiana e la storia, dove gli anni non passano e tutto sembra compenetrarsi, dove è facile che i fantasmi ti parlino per le strade, e dove tutti sanno di essere in un posto diverso, dove il tempo curva su se stesso, non è una retta, e curvando si chiude”. Questa bellissima descrizione di Otranto è stata scritta dal giornalista e fotografo Roberto Cotroneo, sbalordito dalla sua bellezza, dalle stradine lastricate, dai vicoletti che corrono al mare, dalla luce unica prodotta dalla calce bianca su cui cade a picco il sole. Il tempo sembra fermo ad Otranto, mentre si visitano la cattedrale con il mosaico del monaco Pantaleone rappresentante l`albero della vita, il cappellone degli 800 martiri, la cripta ipogea dai 68 capitelli o, ancora, la chiesetta bizantina di San Pietro e il castello aragonese spesso sede di mostre interessanti. Otranto è anche mare, pluripremiato con le Bandiere Blu.

PRESICCE e i suoi frantoi ipogei

presicce_pdp_03.jpg

 

Città dell`olio e degli ipogei, Città d`arte, ma anche tra i borghi più belli d`Italia: Presicce è una tra le mete imperdibili del Salento. Nel suo centro storico si possono ammirare strutture di pregio architettonico affiancate a palazzi storici, case, corti e vicoli. Il tutto adagiato su un`altra città ipogea, quella degli antichi frantoi, i “trappeti”, per la produzione dell`olio di oliva, di cui Presicce è sempre stata tra i maggiori produttori del Salento. Presicce è uno scrigno di tesori: dalla sede del municipio in un convento d`epoca cinquecentesca alla chiesa della Madonna del Carmine, passando per il Castello Arditi in stile neogotico, il palazzo Ducale in piazza del Popolo, la Cappella Palatina dell’Annunziata e il giardino pensile ricco di piante ornamentali. Deliziosa la cucina tradizionale: il piatto tipico è il pesce fritto preparato per onorare Sant`Andrea. Imperdibili anche le “pittule”, palline di pasta lievitata, fritte in olio fumante e spesso condite con verdure, baccalà, capperi e pomodorini. Presicce è stata scelta anche per un recente spot della Ferrero e un allestimento di luci che ha richiamato in periodo di Natale migliaia di visitatori.

 

SPECCHIA, il primo dei Borghi del Salento consacrato alla bellezza

specchia_pdp_01.jpg

 

Centocinquanta anime abitano il centro storico di Specchia, tra i più interessanti del Salento. Situato in posizione strategica, domina la pianura sottostante. Tra stradine strette e scalinate, portali barocchi e cornici di pietra leccese, logge in ferro battuto e beccatelli dei balconi, archetti pensili ed edicole votive, si sviluppa un nucleo antico frutto di un`architettura medievale più che altro spontanea. Delle antiche mura rimane qualche frammento innestato in quelle più recenti di circa 150 anni fa. Di particolare interesse è il castello Risolo in piazza del Popolo, la suggestiva zona retrostante il castello, un nugolo di scalinate tra stradine, vicoli e corti che si affacciano come un balcone sulla chiesa e il convento dei Francescani Neri, la chiesa madre di San Nicola e il frantoio ipogeo che testimonia l`antica tradizione della produzione di olio di oliva, prodotto di eccellenza del borgo di Specchia dove i produttori si sono riuniti sotto un`unica etichetta. 

Vacanze in Puglia nei borghi più belli

Vuoi trascorrere le tue vacanze in Puglia godendo dello splendido mare unito alla scoperta dei borghi più belli d`Italia? Per sentirti in armonia con il territorio senza rinunciare alle comodità, noi ti consigliamo di scegliere una delle nostre ville di lusso o trulli con piscina dal nostro catalogo online Perle di Puglia.

 

fine articolo
Condividi: